· · Commenti

BiCA - Gli specchi che raccontano

· · Commenti

BiCA Good Morning Design

 

La primavera si avvicina. Le giornate si allungano, i prati inverdiscono e gli
alberi in fiore ci accompagnano nelle nostre passeggiate all'aperto.

Fiori e fioriture. Queste sono i due must-have della bella stagione. E noi vogliamo prendere spunto dalla bella stagione entrante per parlare della tendenza floreale in un modo leggermente diverso dal solito. Sappiamo tutti che ad oggi, tra gli immancabili per la stagione 2018-2019, lo stile Flower sia uno dei più gettonati.

Non parliamo solo dell'uso delle piante nell'arredamento, ma di soggetti floreali declinati e sdoganati in ogni tipo di accessorio. Sia nella moda come nell'arredamento. Dalle stampe ai quadri, dai tessuti alle carte da parati (o wallpaper come le chiamiamo oggi).
Ed ora anche sugli specchi.
Grazie al lavoro delle ragazze di BiCA goodmorning design - al secolo Alice Azario ed Elena Tirinnanzi - lo stile FLOWER ad opera di incisioni al laser e minuzia decorativa manuale viene applicato alle superfici riflettenti.
Così ora, anche se come me il pollice verde non sapete proprio cosa sia, potete decorare le vostre pareti con questi specchi, scegliendo magari proprio il soggetto "Viburnum" o "Thapsia" per aggiungere un tocco floreale a casa vostra.
Incuriositi da questi oggetti, abbiamo voluto incontrare Alice ed Elena per farci raccontare un po la loro storia ed i loro progetti.

 


Ciao ragazze, prima di tutto, ci piacerebbe sapere come vi siete
conosciute?


Ci siamo conosciute all’università, studiando Architettura prima a Milano e poi a 
Lisbona, dove abbiamo consolidato il nostro legame.

 

Da qui quindi l'idea di poter creare qualcosa insieme, immagino. Come è
nata la vostra collaborazione lavorativa ? Come è partito il tutto?


L’idea di lavorare insieme è nata un giorno che ci trovavamo nel fablab che oggi è il nostro laboratorio di prototipazione e produzione, TheFabLab.

Non siamo riuscite a resistere al richiamo di poter utilizzare
facilmente sistemi di tecnologia innovativi e poter prototipare e produrre velocemente praticamente qualsiasi cosa!
Ci siamo subito appassionate al tema dello specchio perché ci sembra un materiale prezioso, nobile e antico e ci piace l’idea che possa riflettere e raccontare anche qualcosa delle persone che lo possiedono. Di solito gli specchi parlano degli altri. I nostri hanno una loro storia da condividere, un mondo poetico proprio.
Quando abbiamo scelto il nome de nostro brand abbiamo ripensato al periodo trascorso insieme a Lisbona.
Bica” infatti è il caffè espresso che si beve in questa meravigliosa città.
A quel caffè ne sono seguiti molti altri: lunghi, corti, macchiati, in tazza grande e piccola!
Ci piace pensare che i nostri prodotti invitino al sorriso sin dal primo mattino, proprio come un caffè bevuto insieme.

 

Qual'è il processo creativo che c'è dietro ad ogni oggetto? Come nascono
le idee?


Di solito i nostri prodotti nascono dall’idea di progettare e realizzare oggetti che prima di tutto piacciano a noi in prima persona. La cosa più difficile è scegliere quali progetti portare avanti e quali abbandonare... troppe idee a volte!
Ci piace confrontarci, scambiarci idee ed affinare insieme nei dettagli ciascun lavoro

 

Nei vostri specchi, fondete il lavoro artigianale con la tecnologia. Ci
raccontate come vengono prodotti i vostri lavori?
 

Lavoriamo gli specchi con macchine a taglio laser e poi li dipingiamo con cura a mano. Siamo affascinate dall'idea di poter unire la componente tecnologica al lavoro manuale e artigianale..

Incisione al laser 

Decorazione specchi

 

Quale è stato il lavoro o collaborazione che vi ha dato più soddisfazione?


E’ difficile rispondere a questa domanda, di solito ci appassioniamo sempre ad ogni progetto perchè ogni volta è un nuovo mondo da esplorare e rielaborare. Sicuramente la collaborazione con la storica azienda Jannelli & Volpi, per cui abbiamo realizzato degli specchi reinterpretando una selezione delle loro celebri carte da parati.

Ma anche il progetto realizzato per la Design Week 2016, dove abbiamo presentato più di 50 specchi con soggetti diversi appartenenti alla collezione Giardino Segreto, ricreando stralci di rami, cespugli e angoli fioriti…l’effetto finale era davvero meraviglioso!

Specchio "Cross" - Janelli Volpi 

In un mercato come quello del complemento d'arredo come lo specchio, che da sempre vede nella grande distribuzione il proprio mercato, voi come riuscite a promuovere il vostro lavoro? Facendo fiere e manifestazioni del genere?

Abbiamo partecipato a diverse fiere ed eventi di settore, ma troviamo ogni giorno più interessante organizzare eventi in condivisione con altri brand o figure appartenenti a mondi diversi dal nostro, per creare nuove sinergie e legami più stretti con i nostri clienti.

Little Cube 

Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro?

Sicuramente altre collezioni di specchi e complementi che possano aggiungere un tocco originale, elegante ed allegro alle nostre case.

 


... Noi di Homeami non vediamo l'ora di veder realizzati questi nuovi progetti! Nel frattempo date un occhiata alla pagina di BiCA Good Morning Design